lattoneria

Opere di lattoneria: gli elementi in lamiera presenti negli edifici

Le lamiere sono davvero molto utilizzate nel settore dell’edilizia. Quelle tagliate e presso piegate sono la scelta ideale per la realizzazione di grondaie, scossaline, converse oppure compluvi. Ovviamente deve trattarsi di lamiere realizzate con una eccellente dovizia di dettagli per fare in modo che risultino davvero efficienti.

Pensiamo, ad esempio, alle scossaline: nel caso in cui non fossero in possesso di alette aggettanti, c’è il rischio che l’acqua della pioggia vada a colare lungo la facciata, cosa questa che non dovrebbe invece mai accadere, pena il rischio di infiltrazioni e di eccesso di umidità. Le converse e i compulsi invece, realizzati in abbinamento a lavori di copertura, dovrebbero sempre avere la striscia metallica verticale bene incassata direttamente all’interno della muratura così che l’acqua possa scivolare proprio lungo il prospetto a la copertura stessa senza alcun tipo di conseguenza negativa per la struttura. Le grondaie in lamiera infine non sono più disponibili solo con sezione standard, ma possono anche essere sagomate in modo da renderle meno visibili ad occhio nudo, in modo da integrarle all’estetica dell’edificio, in modo da permettere di consentire il giusto passaggio dell’acqua in ogni possibile condizione. Anche se le opere di lattoneria di questo genere sono lavori piccoli, dovete rendervi conto che un edificio senza questi elementi non potrebbe esistere, lavori quindi che sono piccoli, è vero, ma che allo stesso tempo detengono un’importanza davvero fondamentale.

Ma quali materiali vengono utilizzati per dare vita a questo genere di lavori? Per la realizzazione di queste e di molte altre opere di lattoneria venivano un tempo utilizzate solo ed esclusivamente le lamiere zincate. Le lamiere zincate sono una scelta eccellente soprattutto perché offrono un’elevata resistenza agli agenti atmosferici, ma con il passare degli anni il loro utilizzo è stato circoscritto quasi del tutto al settore industriale. Il punto è che le lamiere zincate non riescono a garantire una resa estetica eccellente e non sempre sono in grado di armonizzarsi con il resto dell’edificio, armonizzazione che viene oggi invece sempre più ricercata.

L’alternativa più comune e diffusa sono le lamiere con primer e preverniciatura che infatti, oltre a garantire un’eccellente resistenza agli agenti atmosferici, offrono anche la possibilità di scegliere tra varie colorazioni e di riuscire ad integrare questi elementi al meglio all’architettura complessiva dell’edificio. Alcune tipologie di opere di lattoneria possono essere realizzate anche in acciaio inox che risulta però piuttosto costoso ma adatto nel caso di elementi soggetti ad elevata corrosione, in alluminio che risulta resistente e allo stesso tempo anche davvero molto leggero e rame. Il rame viene scelto soprattutto nel caso di edifici storici che hanno un elevato valore artistico e architettonico, un materiale che grazie al suo aspetto vissuto e al suo caldo colore riesce ad integrarsi alla perfezione a questo genere di edifici.

Vi consigliamo di scegliere una realtà che possa garantirvi lavori con ogni possibile materiale e che vi consenta la massima personalizzazione possibile. In questo modo avrete la possibilità infatti di rispondere adeguatamente alle esigenze del vostro edificio, sia che si tratti di esigenze pratiche, sia che invece si tratti di mere esigenze estetiche. Scegliete inoltre una realtà che abbia una lunga esperienza alle spalle e che possa garantirvi l’utilizzo di materiali di prima scelta, incapaci di deformarsi o rovinarsi con il passare del tempo.