morello impianti

Perché installare un allarme ponteggi e suo funzionamento

Durante i lavori di ristrutturazione edilizia, la presenza delle impalcature può risultare pericolosa, in quanto è possibile che utilizzando queste infrastrutture i ladri possano avere facile accesso alle abitazioni, con la possibilità inoltre di non farsi vedere da eventuali passanti. Ma, dirà qualcuno, se una casa è in fase di ristrutturazione è probabile che al suo interno non ci sia niente da rubare. Non è detto che sia sempre così, ed inoltre è bene prendere in considerazione anche il caso in cui si tratti di un appartamento, inserito quindi in un condominio. I ladri magari non entrano in questo modo nella casa da ristrutturare, ma in quelle ad essa vicine.

I problemi in realtà sono ancora altri, perché i ladri possono cercare di accedere alle zone dell’impalcatura dove sono stati lasciati i mezzi di trasporto necessari ai lavori, le attrezzature oppure tutti i materiali di pregio. Anche questa è merce davvero molto appetibile per i ladri, che se rivenduta può far guadagnare infatti un bel gruzzolo. Oltre a questo, è importante ricordare che un tentativo di intrusione sui ponteggi, può danneggiarli, con conseguenze economiche piuttosto gravi per la ditta edile e con un rallentamento dei lavori.

Ecco spiegata perché l’installazione di un sistema di allarme sui ponteggi, sia da considerarsi di fondamentale importanza.

allarme ponteggi come funziona

Questa è un’altra domanda a cui vorremmo cercare di dare una risposta. Gli allarmi da posizionare sopra ai ponteggi si attivano quando qualcuno sta tentando di arrampicarsi dall’esterno della struttura, ma sono in grado anche di rendersi conto se un malvivente sta accedendo alla struttura dai piani intermedi. Ma non è che scatta anche nel caso di gatti, volatili o altri animali di piccole dimensioni? Assolutamente, grazie alle nuove tecnologie infatti questi strumenti riescono a non prendere in considerazione queste vibrazioni di bassa entità e si attivano solo in caso di rischio reale. Sempre per lo stesso motivo, non si mettono in azione anche nel caso di venti molto forti che potrebbero far vibrare la struttura, di pioggia intensa o grandine.

Al momento in cui l’allarme si attiva, solitamente una sirena crea un segnale acustico intenso, ideato per spaventare i malviventi e fare in modo che scappino, ma ideato anche per segnalare alle persone presenti nell’edificio o a quelle vicine del pericolo attualmente esistente. Inoltre dopo qualche secondo viene inviato un segnale alle autorità competenti così che sia possibile intervenire, nonché ovviamente ai responsabili del cantiere edile. Ovviamente affinché tutto questo sia possibile è di fondamentale importanza fare affidamento su una ditta di progettazione e installazione impianti di altissimo livello, che possa garantire anche la loro manutenzione, l’assistenza, la possibilità di espandere o modificare il sistema in base ad eventuali cambiamenti che il cantiere edile deve subire.

Ci sentiamo in dovere di ricordare che un cantiere edile potrebbe avere bisogno anche di altri sistemi di sicurezza oltre agli allarmi sui ponteggi, soprattutto nel caso di cantieri di grandi dimensioni. Potrebbe essere necessario infatti mettere sotto protezione anche interi cortili con perimetri importanti, senza dimenticare poi che potrebbero essere presenti anche uffici o stabili prefabbricati all’interno del cantiere che hanno sicuramente bisogno di sensori specifici. Una ditta professionale è quello che ci vuole anche per questo motivo, così che sia possibile scovare un prodotto non preconfezionato, ma calibrato sulla base delle specifiche esigenze del cantiere.